Profilo Utente | Argomenti Attivi | Iscritti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
 All Forums
 MondoMulte.it News: il 1° NOTIZIARIO NAZIONALE
 CDS - CODICE DELLA STRADA - DISPOSIZIONI...
 Niente autovelox fissi ravvicinati
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author  Topic Next Topic  

Silvio Di Egid_i_o
*Co_Admin

Italy
10153 Posts

Posted - 13/08/2010 :  15:57:55  Show Profile  Reply with Quote
ItaliaOggiNumero 192 pag. 29 del 13/8/2010

Una circolare del Viminale spiega le novità della riforma del codice della strada in vigore da oggi

Ma se c'è la polstrada la distanza minima di un km non si applica

di Stefano Manzelli e Enrico Santi

Fuori dai centri abitati solo gli autovelox fissi dovranno essere posizionati ad almeno un chilometro dal segnale stradale che impone il limiti di velocità. L'obbligo di rispettare la distanza minima non riguarda invece i casi in cui l'accertamento dell'illecito è effettuato dalla polizia stradale. E non si applica quando il limite di velocità da rispettare è quello prescritto dalla legge in relazione alla tipologia di strada che si sta percorrendo o al particolare veicolo utilizzato. Pertanto, l'obbligo di porre gli autovelox a un chilometro minimo dalla segnaletica sussiste solo quando il limite di velocità derivi dalla presenza di un apposito cartello collocato sulla strada. E' questo uno dei chiarimenti più importanti contenuti nella circolare diffusa ieri dal ministero dell'interno (Dipartimento Pubblica sicurezza, Servizio Polizia stradale) in tempo utile per spiegare le novità della legge di riforma del codice della strada (legge n.120/2010), che dopo aver anticipato al 30 luglio l'entrata in vigore delle norme su alcol zero per i neopatentati e microcar, sarà da oggi completamente operativa. Tra le altre precisazioni si segnalano quelle in materia di pubblicità abusiva e tuning. La polizia potrà entrare nei fondi privati anche tagliando reti e cancelli senza garanzie. Mentre chi applicherà attrezzature taroccate sul veicolo rischia il sequestro del mezzo. Vediamo tutti chiarimenti del Viminale.



Circolazione invernale. Per rendere più fluida e sicura la circolazione invernale la riforma ammette la possibilità di imporre ai conducenti di avere a bordo del veicolo mezzi antisdrucciolevoli anche in mancanza di maltempo. In tal caso, fermo restando l'obbligo tradizionale di catene o pneumatici da neve per circolare in condizioni avverse, la stessa sanzione di 78 euro scatterà anche per chi verrà pizzicato a circolare con il sole senza attrezzature in una zona a rischio ghiaccio.



Competizioni motoristiche. In materia di competizioni motoristiche su strada la riforma ha regolarizzato la circolazione dei veicoli elaborati all'interno del percorso della competizione, eventualmente aperto al transito anche di altri utenti. In pratica vengono semplificati gli spostamenti dei veicoli da rally che oltre ad essere regolarmente assicurati dovranno anche essere muniti di dispositivi di equipaggiamento efficienti.



Servizio scorte. Completando il processo di riforma e risparmio avviato da oltre un ventennio, prosegue la circolare, con la legge 120/2010 è stato definitivamente soppresso il servizio scorte prevedendo che gli interventi in materia di veicoli eccezionali sia svolto, ordinariamente, da soggetti privati abilitati. Per questo motivo da oggi gli enti proprietari o concessionari delle strade nel provvedimento amministrativo non potranno più disporre l'obbligo della scorta da parte della polizia stradale.



Rifiuti fuori dal finestrino. Gettare rifiuti o oggetti dal finestrino determina la sanzione di 100 euro, prosegue la circolare, ma solo se questo atto comporterà l'insozzamento della strada e delle sue pertinenze. In buona sostanza secondo le istruzioni centrali sarà punito il comportamento di chi svuota il portacenere dal veicolo ma non quello di chi butta un semplice scontrino di carta.



Abusivismo pubblicitario. Per contrastare più efficacemente le varie forme di abusivismo nel settore pubblicitario, gli organi di polizia stradale potranno ora accedere sul fondo privato ove in cui è collocato l'impianto pubblicitario abusivo, per consentirne la rimozione ad opera dell'ente proprietario o concessionario della strada. L'accesso non impone garanzie difensive e consente anche di effettuare azioni forzate ma sul punto sorgeranno inevitabilmente vertenze importanti e la circolare appare un po' troppo incisiva.



Tuning. Rischia il sequestro del mezzo l'amante del tuning. Per evitare la diffusione di dispositivi di equipaggiamento non omologati, una nuova ipotesi sanzionatoria punisce chi importa, produce per la commercializzazione sul territorio nazionale, ovvero commercializza sistemi, componenti ed entità tecniche senza la prescritta omologazione o approvazione. La circolare suggerisce di procede al sequestro del dispositivo non omologato o non approvato soltanto quando ciò è tecnicamente possibile senza pregiudizio per la sicurezza del veicolo; in ogni altro caso, invece, si deve procedere al sequestro amministrativo dell'intero veicolo.



Revisioni dei veicoli. Novità per le revisioni dei veicoli. Salvo che l'illecito sia commesso in autostrada, se si circola con la revisione scaduta non sarà più ritirato il documento di circolazione, ma l'organo accertatore dovrà annotare sulla carta di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione e che può circolare solo per recarsi alla visita e prova.



Rimorchi. Eliminato l'obbligo di apporre posteriormente ad ogni nuovo rimorchio la targa ripetitrice dei dati di immatricolazione del veicolo trainante. Tuttavia la targa ripetitrice resta obbligatoria per i carrelli appendice e per i rimorchi immatricolati fino alla data di emanazione del necessario decreto ministeriale. In caso di violazioni in cui non sia identificato il conducente, responsabile in solido diventa il proprietario del rimorchio a cui deve essere notificato il verbale di contestazione.



Recupero punti. Novità per la patente a punti. Diventerà obbligatoria una prova di esame alla fine dei corsi di aggiornamento per il riacquisto dei punti eventualmente persi. Inoltre subisce la revisione della patente chi commetterà un'infrazione da almeno 5 punti cui seguano, nell'arco di 12 mesi, altre due violazioni non contestuali da almeno 5 punti ciascuna. Previsto un meccanismo premiale per i neopatentati. La mancanza di violazioni di una norma da cui derivi la decurtazione del punteggio determina l'attribuzione di un punto all'anno di bonus fino a un massimo di tre punti.



Autotrasporto. Per quanto riguarda l'autotrasporto di persone o cose, la circolare ministeriale evidenzia che viene introdotto un nuovo impianto sanzionatorio a carico dei conducenti, non più prevedendo una sanzione unica, ma punendo in modo progressivamente più grave chi viola le disposizioni in materia di durata minima dei periodi di riposo e di guida. Per i conducenti di veicoli che devono essere dotati di cronotachigrafo digitale diventa obbligatorio inserire la scheda del conducente e portare al seguito la carta di qualificazione del conducente. Decorsi 60 giorni dall'entrata in vigore della legge n. 120/2010, i conducenti di velocipedi che circolano fuori da centri abitati, da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere, e nelle gallerie sempre, dovranno indossare un giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.



Precedenza ai pedoni. Il conducente che si approssima ad un attraversamento pedonale impegnato da un pedone deve fermarsi in ogni caso per dargli la precedenza; inoltre, il conducente deve dare la precedenza, rallentare e all'occorrenza fermarsi, quando il pedone ha manifestato in modo non equivoco l'intenzione di attraversare.



Notifiche. Tempi più ristretti per notificare i verbali: per le violazioni commesse dal 13 agosto in poi viene ridotto da 150 a 90 giorni il termine entro il quale deve essere notificato il verbale di contestazione delle violazioni al codice della strada. Se invece la violazione è stata contestata immediatamente al trasgressore il termine per la notifica all'obbligato in solido è di 100 giorni. Per alcune violazioni commesse dai conducenti titolari di patente professionali nell'esercizio dell'attività di autotrasporto di persone o cose, si è introdotto un meccanismo di pagamento immediato delle relative sanzioni amministrative pecuniarie nelle mani dell'agente accertatore


http://www.valdimagranews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12579&Itemid=19


Ciao

Silvio Di Egidio
Via Fumaroli 11
00055 Ladispoli (Roma)
Tel. 3398256397

   Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To: